Morte Bianchi, cordoglio anche da Vallese

E’ morto il 24 luglio Giovanni Bianchi, ex politico parecchio conosciuto a Gorgonzola ed ex presidente delle Acli milanesi. Attualmente era presidente dell’Associazione nazionale partigiani cristiani. Era nato il 19 agosto 1939 a Sesto san Giovanni. Dopo gli studi, una volta conseguita la laurea presso l’Università Cattolica in Storia e istituzioni dei Paesi afro-asiatici, insegna filosofia e storia nei licei (a Como, a Sesto, ecc), mentre è attivo nel post-Concilio, tra aggiornamento e dissenso, nella sua città, col centro culturale “Ricerca”, e in ambito nazionale. Dopo un’esperienza da consigliere comunale per la sinistra democristiana, nelle Acli è militante e formatore, prima di esserne Presidente in Lombardia e a livello nazionale. È tra i fondatori del Partito popolare e ne diviene Presidente guidandolo verso gli approdi del centrosinistra; è ispiratore e costruttore dell’Ulivo, così come è tenace propulsore della nascita del Partito democratico. Nell’esperienza parlamentare, dal 1994 al 2006, interpreta queste appartenenze e le sue attenzioni per le terre lontane come relatore della legge per la remissione del debito ai Paesi del Terzo mondo. Immediato è stato il cordoglio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella che lo ha definito “uomo di vasta cultura e di intensa spiritualità”. In Consiglio comunale a Gorgonzola lo ha voluto ricordare Osvaldo Vallese.

(nella foto Bianchi al congresso del PPI a Gorgonzola nel 1994)

Autore dell'articolo: Settimanale Radar