Gessate, Lorella in pensione dopo 42 anni tra i libri

Ufficialmente andrà in pensione da fine gennaio ma Lorella, la bibliotecaria con la B maiuscola ha già passato la mano. A Gessate biblioteca vuol dire Lorella e Lorella vuol dire biblioteca. Ci è entrata 42 anni fa: “Ho iniziato a fare questo mestiere quando avevo 18 anni, studiavo ancora. E poi non l’ho più abbandonato”.

Cosa ricordi con più piacere?
“La prima è il rapporto con i piccoli lettori. Quando chiedevo loro cosa succede a un libro quando arriva in biblioteca mi rispondono: tu lo leggi. In verità in biblioteca facevo tutt’altro. I libri li leggo quando non lavoro. Un’altra cosa che ricordo con piacere sono le notti in biblioteca. Me le sono inventate praticamente da sola e ne ho realizzate 12, compresa la colazione al mattino per i piccoli ospiti. Ricordo una bambina di quattro anni e mezzo, che non aveva mai dormito fuori casa, che al termine di una di queste mi ha chiesto: ma tu dormi sempre qua?”.

Tutta l’intervista in edicola

Autore dell'articolo: Settimanale Radar