Operazione smart, la Locale contro le stragi del sabato sera

Pattuglie per strada, sabato notte c’è stato un maxi controllo di polizia. Decine gli automobilisti fermati. Alcol test, assicurazioni, revisioni e patenti, tutto passato al setaccio. Si chiama Smart, acronimo di Servizio monitoraggio aree a rischio del territorio, ed è un servizio coordinato dai diversi comandi di Polizia locale del territorio.

Il ritrovo è stato a Trezzo sull’Adda, dove c’è stato, prima dell’inizio del pattugliamento vero e proprio delle 19, il saluto con i sindaci. Coinvolti gli agenti di Bellinzago Lombardo, Liscate, Truccazzano e Pozzuolo Martesana che insieme fanno il comando Adda Martesana.
Insieme a loro anche le Polizie locali di Cassina de’ Pecchi, Bussero e Pessano, Gessate e Trezzo sull’Adda. Gorgonzola a questa edizione non ha invece partecipato perché ha appena fatto il suo giro di pattugliamenti serali estivi.
Gessate: multa da 2mila euro perché ancora una volta senza revisione
“Abbiamo fermato 27 vetture. La prima però è quella che ci ha portato via più tempo e impegno – ha raccontato il comandante Walter Frigerio – si trattava di un ragazzo che girava senza revisione: era già stato fermato per lo stesso motivo e in teoria non poteva più circolare prima di mettere le cose in regola e invece non aveva revisionato l’auto e la guidava ugualmente”. Per lui 2mila euro di multa e fermo amministrativo per tre mesi.

In edicola i dettagli

Autore dell'articolo: Settimanale Radar