Cassano; rapinatore goffo perde la refurtiva e si fa arrestare

Nel pomeriggio di ieri, a Cassano d’Adda, i carabinieri  di Melzo in collaborazione con la i militari della locale atazione hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto per “rapina aggravata” nei confronti di un 57enne del posto, incensurato, guardia particolare giurata presso un istituto di vigilanza privata di Treviglio. L’uomo, alle ore 13 circa, aveva tentato una rapina all’interno di unna stazione carburanti di Cassano utilizzando una pistola cal. 38 “Smith & Wesson” utilizzata nell’ambito lavorativo. Dopo aver puntato l’arma all’indirizzo di un dipendente, si è fatto consegnare la cifra di 1.250 euro che ha perso poi nel tentativo di allontanarsi. In quale frangente, il benzinaio si è riappropriato della refurtiva venendo aggredito dal rapinatore che lo ha colpito con il calcio della pistola alla mano, procurandogli 20 giorni di prognosi per una presunta frattura. A quel punto il rapinatore, senza denaro, si è allontanato. Grazie alle indicazioni del modello dell’auto i militari lo hanno  intercettato a Cassano d’Adda via Milano  procedendo all’arresto dell’uomo.
Nel corso del sopralluogo, è stata sequestrata la pistola utilizzata dalla rapina. L’uomo ha detto ai militari di aver compito tale delitto a seguito di presunte difficoltà economiche. Il 57enne si trova ora a San Vittore.

Autore dell'articolo: Settimanale Radar