Volley: torna a sorridere una Ticomm emozionante, brava la Delta fuori casa

Ticomm – Sbuffando, con un po’ di nervosismo e con tanti errori la Ticomm riparte, manda ko Redona al tie-break rilanciandosi in campionato dove, comunque, naviga ancora distante dalle posizioni di testa. Non è facile analizzare il successo casalingo contro i bergamaschi visto che le sensazioni positive e quelle che danno qualche grattacapo si sono alternate per tutte le oltre due ore del match. La Ticomm non è ancora guarita e dà ancora l’impressione di avere troppi blackout durante il match, volendo giudicare severamente quanto si è visto al palazzetto si potrebbe affermare che pesa molto il punto buttato perdendo il terzo set, un vero e proprio harakiri che ha lasciato basito il pubblico e ha caricato (anche oltre ogni aspettativa) gli ospiti presenti. Ci sono logicamente tante buone notizie: il recupero di Villa, che comunque è parso distante dalla sua miglior forma, dà sicuramente più sicurezza a una squadra che ne ha bisogno, decisamente positiva anche la prestazione del centrale classe 2000 Marchetti il cui impatto è stato decisamente gradito al pubblico locale.

Delta – Ancora una vittoria in trasferta per la Delta che in poco più di un’ora ha ragione delle volonterose ragazze di Luino, un mix di giovanissime e meno giovani, dai 16 ai 40 anni, che sarebbero probabilmente una buona squadra in serie D ma in C fanno molta fatica. A loro vantaggio le gare casalinghe che costringono le avversarie ad uno scomodo e lungo viaggio e che potrebbero comunque essere sufficienti per accumulare i punti necessari alla salvezza. Santandrea non vuole lasciare nulla per strada in attesa dei due big match che determineranno la classifica del girone di andata contro Gonzaga (terza) in casa e contro Volley Team (prima) a Barzago il venerdì prima della pausa natalizia, e quindi catechizza per bene le sue atlete prima dell’inizio chiedendo la massima concentrazione e determinazione.

Gli articoli completi in edicola

Autore dell'articolo: Settimanale Radar