Stucchi a Radar: “Con Ipg il giusto mix. Sono più di un semplice alleato”

Dodici mesi fa stava per annunciare l’accordo con Insieme per Gorgonzola in vista del secondo turno delle amministrative, un anno dopo siede sereno nel suo studio al secondo piano del municipio di Gorgonzola.
Il sindaco Angelo Stucchi è pronto a tracciare un bilancio dei primi dodici mesi del suo secondo mandato con tantissima carne al fuoco. Dall’apparentamento con Ipg è uscita una coalizione diversa e che sta lavorando, logicamente, in modo differente rispetto al periodo 2013-2018. Abbiamo realizzato una lunga intervista con il primo cittadino che ci ha raccontato cosa sta funzionando in paese e cosa vorrebbe cambiare sempre partendo dall’importanza delle buone relazioni.

Un anno fa questo era un periodo di grande dibattito, anche duro, in paese e sui social. La situazione è migliorata o peggiorata?
“La situazione è cambiata nel senso che non trovo più dibattito, questo forse è il problema. La campagna elettorale ti obbliga al confronto, è giusto che ci sia passione ma con contorni precisi. Ora manca dibattito non solo su temi amministrativi ma anche su temi più alti. Non c’è stato dibattito su Europa e lavoro, due temi fondamentali. In questo momento andiamo a dibattere solo su temi amministrativi, ma ci deve essere anche il resto. Bisogna interrogarsi sui social, non so quanto contribuiscano al benessere collettivo perché vengono usati soprattutto per esprimere malesseri e sconcerti. Noi, come politici, dobbiamo saper usare parole sapienti”.

Governa una formazione molto differente rispetto a quella del primo quinquennio. La novità è la presenza di Ipg, come va la convivenza?
“Loro sono più di un semplice alleato per noi, con l’apparentamento di 365 giorni fa abbiamo dichiarato la volontà di un percorso di crescita prendendo anche quello che prima avevano altri e viceversa. In questo momento c’è un’ottima crescita per entrambe le componenti con generosità nella condivisione.

In edicola la lunga intervista su molti temi, dalle grandi opere gorgonzolesi all’Europa con un occhio al rispetto per l’ambiente

Autore dell'articolo: Settimanale Radar