Gorgonzola, Stucchi e il nuovo comune “senza prechi”: UpF si arrabbia

Un post Facebook del sindaco Angelo Stucchi sulla nuova organizzazione interna del Comune di Gorgonzola non è piaciuto alla lista civica Uniti per Fare guidata da Matteo Pedercini. Stucchi aveva scritto: “Una squadra che vince azzerando gli sprechi: un notevole risparmio sulla spesa del personale di 102mila euro”. “Quindi scopriamo che l’assioma è: azzerare gli sprechi = eliminare i dirigenti (che sono uno spreco) – ha commentato Uniti per Fare, sempre tramite social network – Stucchi dovrebbe dirci perché, vinte le elezioni nel 2013, ha confermato la dottoressa Carpanzano. Ma non solo. Non è stata tolta la posizione del secondo dirigente ma in tutta fretta questa è stata sostituita da un’altra figura da lui scelta con scrupolosa attenzione, l’ing. Comi da Settala”.
Poi l’attacco: “Visto che il sindaco si vanta di aver tolto quelli che lui ritiene sprechi, ha intenzione di restituire i 102.000 euro x 5 (totale 510.000,00 euro) che non è riuscito a risparmiare per mala gestione nel suo primo quinquennio? Oppure potrebbe dirci, lui, cosa è cambiato. Nessuno, per noi, è obbligato a mantenere una idea e a non cambiarla mai, però la domanda è: perché essere così superficiali tanto da chiamare sprechi persone con le quali hai lavorato e che per quasi sei anni ti hanno dato tutta la loro professionalità?”.
Nella conferenza stampa del giorno post Consiglio comunale il sindaco e l’assessore Gianni Sbrescia hanno chiarito che lo “spreco” era riferito non alle persone ma alla spesa dovuta ai due dirigenti.

Autore dell'articolo: Settimanale Radar