Gorgonzola: Piof ok in anticipo. Dibattito su mensa e disabili

Approvato il piano integrato dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2019-20. Un Piof molto anticipato rispetto agli standard gorgonzolesi, senza dubbio questa è la migliore notizia della serata. Spesso in Consiglio comunale si è polemizato perché il Piof arrivava ad anno scolastico in corso mentre questa volta, di fatto, lo si è chiuso e approvato proprio in concomitanza all’inizio del nuovo anno scolastico. Voto favorevole della maggioranza, astensione della minoranza. Nel corso della serata di lunedì non sono mancati i complimenti alla giunta per il lavoro svolto, ma c’è stato spazio anche per le polemiche che rientrano nell’ambito del confronto politico ma che hanno anche sollevato alcune questioni interessanti.La popolazione scolastica gorgonzolese si attesta su 4.463 alunni. Aumenta il numero dei diversamente abili, torneremo poi su questo punto molto importante, e proseguono progetti ormai consolidati come il pre e post scuola (101 e 121 iscritti per parte). Scaccabarozzi ha confermato l’attenzione alla manutenzione degli edifici, parlando di “sopralluoghi che verranno effettuati per rimanere aggiornati con le necessità più impellenti in sede di programmazione di bilancio”. Elogi anche al circolo di qualità comunale che si occupa dei controlli sulla mensa scolastica. L’assessore ha anche voluto precisare che “c’è un’altra società terza che si occupa di controlli a sorpresa nelle mense gorgonzolesi, non solo sulla qualità del cibo ma anche sulle attrezzature e sullo stato dei locali utilizati”. Funziona la mobilità, promosso anche il Piedibus che conta 140 iscritti e 60 volontari. “Tanti progetti per i ragazzi delle nostre scuole – ha spiegato Scaccabarozzi – che vanno dalla cultura allo sport. Teniamo molto alla scuola e non ho problemi nel dire che qualsiasi amministrazione si sia alternata negli anni ha sempre avuto una grande attenzione ad un tema così importante. Crediamo che sia importante formare culturalmente ragazzi che domani, magari, saranno seduti su questi banchi”.
L’opposizione ha attaccato sul costo del buono pasto in mensa e sui fondi per gli alunni con disabilità. Un lungo dibattito in cui sono emerse le posizioni dei protagonisti e che ha visto un acceso confronto tra Pedercini e l’assessore Basile.

Tutta la cronaca in edicola

Autore dell'articolo: Settimanale Radar