Gorgonzola, il cimitero va avanti ma con costi ridotti

Periodicamente il nuovo cimitero voluto dalla giunta Baldi ormai otto anni fa torna d’attualità nel dibattito politico cittadino. Durante la seduta consiliare di lunedì se n’è parlato in occasione dell’approvazione del piano triennale delle opere pubbliche (approvato con voto favorevole della sola maggioranza). L’assessore Nadia Castelli ha spiegato che, dopo un dialogo con i progettisti Anne e Patrick Poirier, si è deciso di mantenere l’idea di base del progetto ma “riducendone la dimensione e i costi anche alla luce delle analisi demografiche e del piano cimiteriale approvato dalla scorsa amministrazione”. L’impegno economico per portare a termine questa seconda versione del progetto sforerà i 2 milioni di euro, anche se per ora sono stanziati 360mila euro per il primo dei tre lotti di intervento. Su cosa si interverrà? Cappelle private, loculi, tombe di famiglia, aree verdi, ingresso e mura perimetrali. Chiaro il commento dell’assessore: “Vogliamo che il cimitero sia un luogo vivibile e fruibile per i cittadini e non un cantiere permanente”.

In edicola tutte le parole di Stucchi, Castelli, Baldi, Gironi e Gasparini

Autore dell'articolo: Settimanale Radar