Giana, arriva l’Albinoleffe

“Ma l’Albinoleffe doveva riprendersi proprio ora?”. Molti appassionati gorgonzolesi, commentando le ultime vicende del campionato si sono fatti sfuggire questo commento ed è inevitabile visto che gli orobici hanno trovato la loro miglior condizione proprio prima della decisiva sfida contro la Giana. Sabato sarà un test da urlo per entrambe: se la squadra di casa vincerà scavalcherà la Giana in classifica e darà l’assalto alle posizioni che valgono la salvezza diretta e che sarebbe in grado di raggiungere guardando solamente il valore delle rose coinvolte nella lotta. Dovessero vincere i gorgonzolesi invece per i padroni di casa la situazione si farebbe problematica, mentre la Giana avrebbe capitalizzato ottimamente le sfide dimenticandosi del pari contro la Virtus Verona. Diffiicile dire a chi servirebbe il pari. Forse più agli orobici visto che il calendario della Giana è più duro guardando in prospettiva.
Difficile parlare della squadra di Marcolini da un punto di vista tecnico, visto che fino a 15 giorni fa giocava tesa e depressa per la situazione di classifica mentre ora sembra essere cambiato tutto. La stagione potrebbe essere girata sul clamoroso gol da centrocampo segnato da Sbaffo contro la Ternana nel turno infrasettimanale di settimana scorsa. A Pesaro la prestazione è stata buona e solida con l’aiuto fondamentale della difesa di casa per gol del vantaggio.
Sarà un’altra sfida contro una squadra che propone una difesa a 3 ed una mediana folta. La Giana vince pochi uno contro uno sulle fasce e ha bisogno di molta corsa in mezzo al campo per vincere i duelli che decidono chi ha il predominio sul match. In quest’ottica può essere valutato Palesi dal primo minuto, visto che quando è entrato ha sempre fatto molto bene. Per la Giana è il momento decisivo, non deve sbagliare.

Autore dell'articolo: Settimanale Radar