Giana. Albè perde ancora la pazienza

Cesare Albè è fatto così, sincero e genuino. Quindi c’è poco da stupirsi per la breve e intensa conferenza stampa andata in scena dopo lo scialbo 0-0 casalingo contro la Pistoiese. Che il clima non fosse dei migliori per entrambe le squadre lo si era capito subito, coi giornalisti toscani impazienti nell’incalzare il tecnico ospite Remondina e a metterlo davanti all’evidenza della pareggite che ha contagiato la sua squadra. Andatosene Remondina è stato il turno di Albè e, quando un giornalista della Nazione gli ha fatto una domanda sugli obbiettivi stagionali, si è capito che l’umore non era dei migliori. “L’obbiettivo? Mantenere questa categoria dove mi hanno portato i ragazzi – ha esordito Albè – Sono qui da più di vent’anni? Forse sono troppi perché sono stufo”. Finita qui? Nemmeno per sogno. Una volta preso posto al tavolo della sala conferenze il tecnico ha rincarato la dose. “Qui a Gorgonzola non fa nulla contro chi giochiamo – ha attaccato – può essere il Como, il Bellinzago, il Mantova o la Pistoiese. Qui il pubblico vuole sempre vedere gol e spettacolo senza pensare che in campo va anche l’avversario che prepara bene la partita”.

Autore dell'articolo: Redazione