Giana: al Comunale arriva la bestia nera Gonzalez. E Albè sarà squalificato

Arriverà a Gorgonzola un Novara deluso dal derby delle risaie. La sfida contro i piemontesi è ancora più pericolosa alla luce del risultato del derby tra Novara e Pro Vercelli di sabato scorso. La squadra di Banchieri ha perso con un gol dopo pochi secondi di Comi e non è mai riuscita a reagire nel corso dei 90 minuti di gioco nonostante l’assalto con tanto di 4-2-4 del secondo tempo. Risultato che senza dubbio fa male ai novaresi, che però hanno iniziato bene la stagione e hanno già dimostrato di potersi piazzare agevolmente in zona playoff. Quello attuale non è esattamente il miglior momento della storia recente del Novara. Dopo la serie A giocata nel 2011-12 il Novara ha fatto su e giù tra serie B (dove è anche andata spesso ai playoff per risalire in A) e C. Lo scorso anno ha deluso tutti e si è piazzata solamente al 9° posto, ha quindi deciso di ripartire con un progetto nuovo e interessante che potrebbe dare ottimi frutti. Tra gli arrivi più interessanti quello di Marchegiani in porta, figlio di Luca ex portiere della Lazio e ora commentatore di Sky Sport, e di Pinzauti in attacco. A catturare l’attenzione dei tifosi però è stato il ritorno di Pablo Gonzalez: soprannominato “El Cartero” visto che prima di giocare a calcio faceva il postino, è stato tra gli eroi della promozione in A del 2011 prima di giocare con Siena e Palermo. Quindi il ritorno a Novara e poi l’esperienza coi “nemici” dell’Alessandria, ora la terza tappa a Novara. Ancora fermo a zero gol quest’anno, ma i suoi numeri contro la Giana fanno davvero paura: ha segnato 8 gol ai gorgonzolesi in 6 partite giocate, servendo anche un assist e venendo ammonito ben 6 volte. Quando vede la Giana si scatena, una minaccia in più per una partita che non si annuncia facile vista la situazione di classifica e le tante difficoltà incontrate sino ad ora dalla formazione gorgonzolese in stagione.
La Giana dovrà anche fare a meno del tecnico Cesare Albè, che è stato squalificato per un turno a causa di una bestemmia durante la partita contro il Como.

Autore dell'articolo: Settimanale Radar