Delta ok anche col brivido, la Ticomm non corre più

Ticomm – Eccolo qua il temuto terzo indizio per la Ticomm e quindi ormai abbiamo una prova: la squadra gorgonzolese non gode di buona salute e deve risolvere un po’ di problemi. Nelle serie maggiori userebbero il fastidioso termine “crisi” che qui non vale certo la pena di scomodare, ma questo è senza dubbio il momento più difficile del biennio di serie C per la Ticomm. Come già detto la scorsa settimana l’insidioso girone A non aiuta la corsa alla riscossa di Bonacina e i suoi. Le squadre bresciane e bergamasche sono famose in ambito pallavolistico perché sono le più tignose e toste da affrontare fuori casa e anche il Sabbio non è stato da meno. Più specificamente i gorgonzolesi non sembrano riuscire a trasmettere in campo quello che provano in allenamento, subiscono le partite e finiscono per fallire le giocate importanti nei momenti in cui la partita gira. 

Delta – Prima sofferta gara vinta con un po’ di sofferenza tra le mura amiche dalla Delta che, pur avvisata dal coach che l’avversaria valeva (e vale) molto più dei punti e della posizione in classifica, ha affrontato il match con troppa sufficienza riuscendo a perdere il terzo set dopo aver vinto il secondo ai vantaggi avendo dilapidato un margine di ben 8 punti (18/10). Nel terzo la Delta era comunque in vantaggio di 5 (14/9) con le milanesi in grosse difficoltà anche se poi capaci, aiutate dalle gorgonzolesi, di ribaltare la situazione e riaprire una partita che sarebbe dovuta finire come le altre in un’ora o poco più.

Gli articoli in edicola

Autore dell'articolo: Settimanale Radar