Delta e Ticomm ok nel weekend

Vincono Delta e Ticomm, super sabato per la pallavolo.

Delta – Primo aspro confronto per la Delta che in quel di Villa Cortese si trova ad affrontare una avversaria molto più agguerrita di quel che ci si potesse aspettare dopo aver visionato la prima gara nella quale alle padrone di casa mancava l’elemento più forte, una opposto mancina che è stata quasi incontenibile per le nostre ragazze. Aggiungiamoci il pallone gialloviola che le gorgonzolesi soffrono per la sue traiettorie a volte  imprevedibili e magari anche un approccio un po’ morbido alla partita e ne ricaviamo un avvio da incubo con le ragazze di Villa Cortese che si caricano ad ogni punto ed entrano in quello stato di grazia che ti fa recuperare anche i palloni più difficili da trasformare poi in attacchi vincenti indipendentemente dalla bravura di chi sta dalla parte opposta della rete. Brave quindi le ospiti, guidate e motivate come al solito da quel grande allenatore che è Rino Santandrea, a restare sempre in partita ed i punteggi del secondo, terzo e quinto set sono li a dimostrarlo.

Ticomm – Se qualcuno aspettava la Ticomm al varco, ma erano sicuramente in pochi conoscendo il tranquillo pubblico del palazzetto, eccolo servito. Seppur ben lontana dal 100% del quale parlava coach Bonacina dopo la partita di Brescia la formazione gorgonzolese ha gestito senza troppi patemi la pratica Crema per la terza sfida nel giro di un mese e mezzo dopo le due di Coppa. La sfida alla vigilia portava con sé lo stimolo di fare bene dopo lo 0-3 del debutto e un po’ di pepe per qualche schermaglia dopo la sconfitta per 3-2 in Coppa patita lontano da casa. Niente di drammatico, sia ben chiaro, ma tanta voglia di vincere e di farlo bene, tanta voglia di regalare al (poco, purtroppo) pubblico di casa un 3-0. Inutile girarci attorno, il grande tema della serata era il recupero di Musitano. Il posto 4 gorgonzolese è fondamentale per gli equilibri della squadra di coach Bonacina, attacca molti palloni ed ha molte soluzioni per aggirare il muro avversario. Si può dire che, anche se non è ancora al massimo della forma, lo schiacciatore abbia dimostrato di essere una pedina chiave con una partita solida nel quale è andato a togliere le castagne dal fuoco ai suoi nei, rari, momenti difficili. 

Servizi completi in edicola domani

Autore dell'articolo: Settimanale Radar