Controsoffitto crollato al “Marconi”, parla Maviglia: “Scuola sicura, ora la manutenzione”

Un rubinetto aperto, il controsoffitto che si impregna d’acqua e crolla in un’aula, fortunatamente senza fare del male a nessuno. Questa serie di eventi, riassunti in breve, avvenuti nei giorni da mercoledì a sabato scorso al “Marconi” di Gorgonzola, ha portato un centinaio di studenti ad indire un picchetto di protesta nella giornata di lunedì per segnalare lo stato di degrado della scuola con la Polizia locale che si è recata ai cancelli per monitorare la situazione. Protesta assolutamente pacifica e toni non esasperati, sebbene chiarissimi nel contenuto: “Il degrado qui è insostenibile – ha detto uno dei presenti – non si può sentirsi insicuri quando si va a scuola, non va bene. E se il soffitto fosse crollato in testa a qualcuno?”.
Di quanto accaduto al “Marconi” abbiamo parlato con consigliere delegato all’edilizia scolastica per la Città metropolitana, proprietaria dello stabile, ovvero Roberto Maviglia (sindaco di Cassano d’Adda), che ha confermato la versione dei fatti riportata da Radar nelle prime ore dopo l’accaduto: “Ci tengo assolutamente a dire che non c’è stata alcuna infiltrazione dovuta alla pioggia – ha esordito Maviglia – importante dire chiaramente questa cosa perché poi si crea il panico in chi pensa che la scuola cada a pezzi perché piove. Invece è successo che qualcuno ha aperto un rubinetto in un’aula-laboratorio facendo sì che il getto andasse a impregnare il controsoffitto che per questo motivo ha ceduto”. Maviglia ha poi ammesso che da almeno tre anni non ci sono fondi per la manutenzione a scuola, ma che la situazione è stata sbloccata e presto inizieranno gli interventi più necessari. “Sappiamo che negli ultimi anni la Città metropolitana è stata parecchio carente da questo punto di vista. Da tre anni a questa parte si è faticato parecchio a chiudere il bilancio e non sono stati stanziati fondi per le scuole che invece necessitano di tanti interventi”. Una situazione che fortunatamente pare essersi sbloccata: “Abbiamo aggiudicato le gare di appalto per la manutenzioni e gli interventi più urgenti verranno fatti subito. Le scuole hanno un portale dove possono segnalare quello che non va e chiedere interventi alla Città metropolitana”.

Gli articoli integrali e tutte le dichiarazioni di Roberto Maviglia in edicola

Autore dell'articolo: Settimanale Radar