Baldi: “Deluso da Ipg. Gorgonzolesi? Poco attenti alla politica”

“Ci sono quei fisiologici mesi di luna di miele quando qualcuno vince in coppia, ma in generale credo che le critiche da poter muovere a questa giunta siano molte”. Parte all’attacco come piace a lui Walter Baldi, che quasi dodici mesi dopo le elezioni dello scorso anno prova a fare un bilancio della nuova amministrazione ma anche della seconda esperienza consecutiva tra i banchi dell’opposizione, quelli in cui fare la differenza è sempre più difficile.

Un Consiglio comunale un po’ moscio, non ti pare?
“Penso che l’opposizione in Consiglio stia provando a mettere in evidenza le mancanze dell’amministrazione che sono tante ma sì, in generale c’è poca partecipazione ed è un peccato. C’è sempre un periodo di grande inebriamento politico che inizia due o tre mesi prima delle elezioni e che dura due settimane dopo il ballottaggio, ma di fatto i gorgonzolesi così come altrove sono sempre meno interessati alla vita politica del paese. In Consiglio infatti ci sono i politici e i giornalisiti, il panorama è desolante. C’è molta euforia sui social e molto dibattito online, ma leggendolo la maggior parte delle volte è qualcosa di ridicolo”.

Tante facce nuove, tu sei il più esperto. Cosa ne pensi?
“I giovani sono senza dubbio un bel segnale ma anche qui vanno fatte delle riflessioni. La politica è un mestiere che si impara mano a mano, il livello basso dei consiglieri è abbastanza imbarazzante. Vedo un Pd che ha perso le sue colonne storiche come Mandelli e Ferrari, il loro posto lo hanno preso dei ragazzi di buona volontà ma dal livello politico basso. Non vuole essere un giudizio offensivo, ma una constatazione”.

Volti nuovi in Consiglio anche grazie a Ipg, come giudichi il loro apporto?
“Penso avessero grandi potenzialità, ma il loro apporto amministrativo mi ha deluso moltissimo”.

Leggi l’intervista in edicola

Autore dell'articolo: Settimanale Radar