A Gorgonzola otto profughi afghani

Se ne parlava già da mesi ma ora, dopo l’annuncio sul notiziario parrocchiale e dopo l’organizzazione di uno specifico incontro di presentazione, è ufficiale: presso la casa d’accoglienza di via Diaz 28 dalle prossime settimane partirà il progetto Sprar con un piccolo gruppo di afghani. Lo Sprar è un progetto di integrazione per profughi organizzati dal Ministero degli Interni, intanto siamo andati a chiedere a Franco Invernizzi, responsabile della casa d’accoglienza, cosa ne pensa di questa iniziativa e come si caratterizzerà. “Siamo pronti, si tratta di un progetto molto strutturato – esordisce Invernizzi – d’altronde è un’iniziativa nata dal Ministero dell’Interno alla quale poi hanno aderito i singoli Comuni”. Sul notiziario parrocchiale si parla di un piccolo gruppo di afghani, “sì, sarà un gruppo tra le 5 e le 8 unità – risponde il responsabile della casa d’accoglienza – comunque non un gran numero di persone”.

Autore dell'articolo: Redazione