Mantegazza al lavoro a Gessate: “Avrei voluto avere qui Valerio Venturi”

Alle ore 19:40 di lunedì 27 maggio, il segretario della prima sezione ha ufficializzato la nomina di Lucia Mantegazza come sindaco di Gessate per i prossimi 5 anni.
Lucia Mantegazza, 34 anni, consigliere comunale uscente, con il 41,01% dei voti, pari a 1.846 elettori, sarà la nuova inquilina di palazzo Martelli. E’ la seconda donna nella storia amministrativa di Gessate. Prima di lei Marisa Balconi dal 1995 al 2004.
L’esito era già noto da qualche ora, visto l’andamento degli scrutini delle 7 sezioni comunali, nelle quali la lista Gessate Bene Comune, con Lucia Mantegazza, è stata sempre in testa, davanti a Insieme per Gessate con il sindaco uscente Giulio Sancini, che non è riuscito, nonostante il buon risultato, a replicare il successo di 5 anni fa e a garantirsi un secondo mandato.
I votanti sono stati 4.639, pari al 68,02% degli aventi diritto, in calo rispetto al 2014 quando l’affluenza fu del 70,95%.
Con 1.645 voti, 201 voti di distacco, il sindaco uscente Giulio Sancini è arrivato secondo superando il candidato del centrodestra Salvatore Peluso, che potenzialmente avrebbe potuto avere dalla sua i voti delle tre liste che lo sostenevano, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega, che nello scrutinio delle europee avevano totalizzato 2.199 voti. Invece Peluso ha dovuto accontentarsi di 1.010 voti a suo favore.
Un risultato inaspettato, se si fa riferimento ai voti delle europee in cui ognuno ha dato il proprio sostegno al partito più affine, ma che sta a confermare come nelle elezioni locali contino molto di più le persone, la squadra, la reputazione, credibilità e radicamento nel tessuto sociale, che non le appartenenze di schieramento.

In edicola l’articolo completo

Autore dell'articolo: Settimanale Radar