Gessate: Sancini, che attacco all’opposizione sul “Dialogo”

Nell’ultimo numero dell’informatore comunale “Il Dialogo” il sindaco Giulio Sancini interviene in merito al Consiglio comunale del 29 novembre scorso accusando le opposizioni di aver votato contro in modo strumentale a due importanti opere pubbliche. “E’ davvero incomprensibile – scrive il sindaco – il voto contrario e unito di tutte le minoranze alle variazioni proposte in merito all’intervento di sostituzione del telo della tensostruttura 2 andato completamente distrutto, come a voler indicare che pur di opporsi a quanto proposto da questa amministrazione non meriti alcuna considerazione il destino dei nostri ragazzi che impegnano quella struttura per lo svolgimento delle proprie attività sportive!” Per il primo cittadino “è nota davvero amara e dolente leggere il voto di tutti i componenti delle minoranze” e li cita per nome, quasi a indicarli al pubblico biasimo. “Ci sono molti modi per fare opposizione… il più noto e, ahimé il più diffuso anche se del tutto inutile alla cittadinanza, è proprio quello di fare opposizione sempre e comunque, a prescindere delle ricadute che tale espressione di voto pone. Il voto contrario a queste variazioni di fatto pone come evidente conseguenza il considerare inutili gli interventi proposti nelle suddette variazioni”. Questo voto contrario, per il sindaco “è di fatto la traduzione netta e palese che l’impianto semaforico che andrà a disciplinare il senso unico alternato in via Cittadella è per lor signori un’opera inutile e non urgente”.

In edicola le dichiarazioni dell’opposizione

Autore dell'articolo: Settimanale Radar