“Il prete è un fannullone”, lui si infuria e replica con stile. Che caos a Cassina

La riunione di giunta, la diretta Facebook dell’assessore Tommaso Chiarella e un fuorionda incredibile. Una voce, quella del sindaco Mandelli, che dichiara “il prete è un fannullone” e poi aggiunge “senza voglia di lavorare”. Decisamente troppo per don Massimo Donghi, che quella diretta la stava ascoltando da spettatore interessato, visto che il tema della riunione di giunta erano i cortei funebri che non vengono più organizzati. Il parroco si è infuriato, anche perché Chiarella, accortosi della gaffe, ha fatto sparire il video: prima don Massimo ha chiesto di pubblicarlo nuovamente poi, 24 ore dopo, ha diffuso in video in cui spiega che non intende querelare nessuno ma replica a sindaco e assessore: “Sono tranquillo e sereno – ha dichiarato – ma sono abbastanza infastidito. Ti accorgi che il sindaco della tua comunità dice: qui lo dico e qui lo nego, il parroco è un fannullone e non ha voglia di lavorare. Poi si teorizzava una mia pressione su una dipendente comunale per istruire le onoranze funebri. Tutto questo mi pare eccessivo e inaccettabile”. Quindi ha aggiunto: “Prendo atto che il video è sparito e che chi era lì ha fatto silenzio, io non mi permetterei mai di dire cose simili del sindaco”. Infine una battuta: “Siete amici degli youtuber, attenzione a come usato questi mezzi”.

b24d5c4c-06de-44f4-90cd-c5e71f919105

Autore dell'articolo: Settimanale Radar