Elezioni in arrivo, il centrosinistra a Cassina cerca una coalizione con idee diverse

Quella che sembrava una data lontana diventa sempre più una scadenza dietro l’angolo: le prossime elezioni amministrative promettono di essere un argomento caldo nella politica cassinese della primavera che verrà. Sappiamo già che la destra si sta muovendo per strappare lo scettro all’attuale amministrazione e che la sua strada si preannuncia non priva di difficoltà e conflitti interni. Come abbiamo visto, le varie fazioni parlano tra di loro, anche se, tra fiutarsi e trovare un accordo, la differenze è ancora ampia. La sinistra alla maggioranza, dopo le varie vicissitudini di cui via abbiamo dato conto nei mesi scorsi, sta ora raccogliendo le forze per preparare la difesa. È ovviamente prevedibile che le parti in gioco stiano compiendo le loro valutazioni, ma hanno già raggiunto qualche conclusione? Lo abbiamo chiesto a tre protagonisti della politica locale, che ci hanno esposto brevemente le loro intenzioni in vista dell’appuntamento elettorale. Tutte le forze politiche ci hanno detto di essere impegnate in incontri conoscitivi. Medei si è dato 20 giorni di tempo prima di dire se sarà dentro o fuori, Marangoni e il Pd aprono alla società civile, mentre Costantini vuole continuare con Mandelli. Posizioni difficilmente conciliabili? Presto per capirlo, proviamo a farlo raccontando tutto quello che ci hanno detto i protagonisti.

Articolo completo in edicola

Autore dell'articolo: Settimanale Radar