Cassina, polemica sulla logistica nell’ex area Nokia

Andrea Maggio torna alla carica: il capogruppo di Cassina in Movimento, da sempre uno dei più decisi detrattori del progetto della precedente amministrazione per l’ex area Nokia-Siemens, ha recentemente criticato quanto fatto dalla nuova amministrazione. Nello specifico, il comunicato diramato lo scorso venerdì proprio da Cassina in Movimento afferma che l’area di cui si parla è stata rilevata dall’azienda americana Prologis, che si occupa di logistica, dalla precedente proprietà, Officine Mak. Cassina in Movimento commenta così: “Con questa notizia cade inesorabilmente la maschera della coalizione capitanata dal sindaco Balconi, che durante la recente campagna elettorale aveva issato a principale suo vessillo lo stop della costruzione della logistica nell’ex area Nokia”, si legge nel comunicato. È naturalmente di tutt’altro avviso il sindaco Elisa Balconi: “Non è stato modificato nulla di sostanziale”, ci spiega. “Abbiamo semplicemente dato la possibilità agli esercizi commerciali di aprire prima che venissero completati il parco e l’ambulatorio medico, compensando un vizio della convenzione stipulata dall’amministrazione precedente. Il parco ha bisogno di tempi di lavorazione incompatibili con le necessità degli esercizi, mentre il poliambulatorio va ripensato, perché i medici di base, che la precedente giunta pensava di ospitarvi, non sono interessati ad andarci. Abbiamo fatto tutto il possibile per evitare che quell’area venisse destinata alla logistica, ma non c’è stato verso”.

Tutti i dettagli in edicola

Autore dell'articolo: Settimanale Radar