Cassina, perplessità sull’area Nokia dopo il parere legale

Da poco meno di due settimane sono stati inaugurati nell’area Nokia Siemens i primi due esercizi commerciali: il supermercato Iperal e il Burger King. Come vi raccontiamo nel pezzo di spalla qui accanto, si è già creato un bel giro di clienti e i due negozi pare stiano andando bene. Ma sono sorte, nel contempo, due criticità. Le hanno sollevate in diversi, da Sandro Medei, consigliere comunale del comitato civico Cassina, ad Andrea Maggio della lista Uniti per Cassina. Si tratta di dubbi che sorgono perché, quasi contemporaneamente all’apertura dei due negozi, è stato rilasciato il parere legale che la nuova amministrazione comunale ha commissionato nei mesi scorsi ad un legale, con l’obiettivo di effettuare approfondimenti giuridici di tipo edilizio ed urbanistico sull’area stessa. La perplessità principale di Medei riguarda il fatto che la convenzione stipulata tra Officine Mak srl ed il Comune di Cassina de’ Pecchi preveda che le fidejussioni necessarie per i lavori vengano presentate non subito, ma solo nel momento in cui l’operatore privato richieda il permesso per effettuare i lavori stessi. “Anziché imporre la presentazione delle fidejussioni alla stipula della convenzione – dice Medei – si stabilisce che le stesse debbano essere presentate nel momento in cui l’operatore richieda il permesso di avviare gli interventi privati (edifici commerciali e capannoni). Che cosa significa questo? – ragiona Medei – che, se dopo aver costruito i tre lotti commerciali in cambio della realizzazione dei parcheggi e della viabilità interni all’area stessa, l’operatore decidesse di non fabbricare più i 44mila metri quadri destinati alla logistica, il Comune di Cassina de’ Pecchi non vedrà realizzate le opere pubbliche previste in paese per un valore di quasi 4 milioni di euro”.“Sono dubbi avanzati da chi non conosce lo stato dell’arte. Le fidejussioni sono state consegnate e sono a posto. Al momento, stiamo discutendo i lavori rispetto a quanto deciso dall’amministrazione precedente, per vedere cosa fare esattamente” ribatte il sindaco Elisa Balconi.

Tutti i dettagli in edicola

Autore dell'articolo: Settimanale Radar