Cassina: Parma (Pd) contro il sindaco per le dichiarazioni sull’area Nokia

Andrea Parma del Pd torna a sfruttare il proprio blog per parlare della situazione politica locale. Nel mirino c’è il sindaco Elisa Balconi, che recentemente ha rilasciato un’ intervista al Giorno parlando delle prime mosse da compiere e dicendo che ci sono “margini ridotti di intervento” sull’area Nokia. Parole che Parma interpreta come un deciso passo indietro rispetto alla campagna elettorale degli ultimi mesi. “Il sindaco oggettivamente non ha responsabilità per gli anatemi e le parole di fuoco sostenute per mesi dai suoi di oggi in maggioranza quando erano minoranza, è arrivata dopo. Il sindaco oggettivamente si trova tra l’incudine e il martello per responsabilità solo parzialmente sue: da una parte i suoi, che annunciavano barricate contro le centinaia di tir e dall’altra la dura realtà odierna, che è frutto di un accordo tra privati (Nokia e l’operatore) su un area privata (ex area Nokia) su cui il pubblico (la nostra ex amministrazione) ha cercato di ottenere il più possibile per la comunità (6 milioni di opere)” scrive Parma.
“Era cosi anche prima, non è che oggi scopriamo l’acqua calda, ma prima eravamo in campagna elettorale e per alcuni politicanti non esiste momento migliore per sparare panzane tanto quanto quando vai a chiedere il voto – attacca Parma – al Sindaco tocca la difesa d’ufficio che è sfociata nella prima ‘democristianata’ della legislatura. La Lega ormai in tutto e per tutto è come la Dc di un tempo”.

Autore dell'articolo: Settimanale Radar