Cassina, Iperal-Unes sarà una concorrenza pericolosa? Parla l’assessore Marino

Finalmente il progetto della ex area Nokia-Siemens comincia a dare delle risposte concrete: gli esercizi commerciali in esso previsti sono aperti, primo fa tutti i nuovo supermercato Iperal. Come sempre però è arrivata puntuale la polemica. Anche questa volta, ad avanzare critiche è stato Andrea Maggio (Uniti per Cassina) dal proprio blog, dicendosi preoccupato per la concorrenza che Iperal potrà fare al punto vendita Unes. Abbiamo chiesto all’assessore Lucia Marino di chiarirci questa situazione e di parlarci un po’ del rapporto dell’amministrazione con il commercio locale.

Come amministrazione comunale, ritenete Iperal e Unes abbiano target diversi o che rischino di essere concorrenti?
“Non dimentichiamo che questa amministrazione si è insediata cinque mesi fa. Ci occupiamo di amministrare bene il nostro paese, ma non possiamo rendere conto dell’amministrazione precedente”.

Torniamo al punto iniziale. Se davvero il punto di vendita Unes dovesse esserne danneggiato, considerato che occupa a pagamento una struttura comunale, non rischierebbe di diventare un problema per l’amministrazione?
“Bisognerebbe fare questa domanda a chi ha completato l’operazione Iperal, che non siamo noi. Come ha chiaramente ribadito il sindaco nel suo discorso di inaugurazione, abbiamo ereditato questa situazione: faremo di tutto affinché possa trasformarsi in un’occasione di collaborazione e di crescita anche per i nostri commercianti, tutti, e una vetrina per le eccellenze cassinesi”.

Tutte le dichiarazioni in edicola

Autore dell'articolo: Settimanale Radar