Cassina: ciclostazione ok tra le polemiche

Tra le problematiche che Sandro Medei, capogruppo del Comitato Civico Cassina, ha già in passato portato all’attenzione del consiglio comunale c’è anche quella che riguarda la ciclostazione di Piazza Decorati e il contaciclisti. Medei ha ripreso la questione anche sul proprio blog, definendo la ciclostazione stessa “gabbia delle scimmie” e riassumendo la situazione a oggi. Nel corso del consiglio comunale dello scorso 21 novembre, l’ex assessore presentò un’interrogazione in cui chiedeva la ragione dello stallo nei lavori per la ciclostazione stessa. A questa, l’assessore Tommaso Chiarella rispose attribuendo i ritardi a questioni burocratiche, che avevano ostacolato, più nello specifico, l’installazione di un contatore da parte dei gestori della rete elettrica.
A oggi, però, la cosa non convince Medei. “Sono solito controllare quello che fanno in giunta, verifico sempre le delibere e le determine in settimana”, ci ha detto. “Un mese dopo quel consiglio comunale, fu approvata una determina che affidava l’installazione del sistema di videosorveglianza, per oltre settemila Euro. Già lì mi sorprendo, perché era stato detto che mancava solo il contatore, non ci avevano mai comunicato di avere ordinato la videosorveglianza”. Medei non la manda a dire nell’esprimere i propri dubbi: “Chiarella, ancora una volta, non ce la racconta tutta. Non se l’era ricordato o, come al solito, ha dato ad altri la colpa per mancanze sue? Poi mi accorgo che sono stati spesi dodicimila Euro per un sistema contaciclisti, di cui non si è mai parlato. Anche chi è rimasto in maggioranza non ne sapeva niente. Che finalità ha questa spesa?”.

L’articolo completo con le risposte di Chiarella in edicola

Autore dell'articolo: Settimanale Radar