App copiata a società cassinese, Facebook chiude Nearby in Italia

Una società di consulenza web con sede a Cassina, ovvero la Business Competence (nella foto la ceo Sara Colnago) ha vinto in tribunale contro il colosso Facebook, condannato in primo grado, per questo la vicenda è lungi dal poter essere archiviata, per aver copiato il loro “Faround”, un’applicazione di geolocalizzazione che permette di individuare dove una persona si trova, i suoi gusti, e in base a questi i ristoranti o i bar vicini e così via. Di fatto gli stessi servizi offerti da “Nearby”, l’app lanciata dalla stessa Facebook, che ora dovrà farla sparire dal territorio italiano.

Il 4 aprile a Milano si aprirà il secondo capitolo della vicenda, col secondo grado di processo. Facebook, che è stata condannata per violazione del diritto d’autore e per concorrenza sleale ha fatto sapere tramite un portavoce di “rispettare la decisione emersa dopo il primo grado, pur considerandola sbagliata”. Alla fine dello scorso anno i giudici hanno respinto la richiesta del colosso californiano di rendere esecutiva la sentenza, che è stata così pubblicata su due testate.

Autore dell'articolo: Redazione