A Cassina il sindaco è nel mirino

Massimo Mandelli non ha avuto una ripresa dalle vacanze estive tranquilla. Durante l’ultimo Consiglio comunale ha dovuto rispondere a un’interpellanza di Uniti per Cassina sulla manutenzione in via XXV Aprile, mentre il consigliere comunale Emilio Calabretta ha chiesto le sue dimissioni. Perché? Si è scoperto che Mandelli ha una parentela acquisita di sesto grado con la dott.ssa Chiara Gregorini, che si occupa dell’ufficio contratti e appalti. Il sindaco si è difeso: “Non lo sapevo e contano solo le parentele fino al quarto grado”, ma Calabretta ha attaccato: “Continua a dire bugie, si dimetta”.

Autore dell'articolo: Redazione